Minorenne rom si finge dei Casamonica per ricatto: “Dammi 800 euro”

Un minorenne di origine rom si è finto un esponente del clan dei Casamonica. Il suo obbiettivo era estorcere a denaro a un suo coetaneo.

Corpo carbonizzato ritrovato a Roma
Corpo carbonizzato ritrovato a Roma (foto di repertorio)

Un minorenne di origine rom si è finto un esponente del clan dei Casamonica. Il suo obbiettivo era estorcere a denaro a un suo coetaneo di 17 anni. La madre del ragazzo preso di mira ha però denunciato tutto alla Polizia postale che ha arrestato il minorenne.

Il giovane rom avrebbe chiesto 800 euro all’altro ragazzo dopo un primo incontro fortuito. Il ragazzo era stato costretto a fornire il proprio numero di telefono e si era impegnato a versare la somma entro poco tempo.

L’inizio delle persecuzioni

La vittima ha iniziato a essere perseguitata e minacciata dal ricattatore, tramite messaggi whatsapp. Il minorenne rom sollecitava ripetutamente la consegna del denaro e diceva di essere dei Casamonica.

Per fortuna il 17enne ha raccontato tutto ai propri genitori, che hanno subito denunciato l’episodio alle forze dell’ordine. Le indagini informatiche hanno consentito di identificare il titolare del profilo whatsapp utilizzato per inviare i messaggi minacciosi con le richieste di denaro: un minore di etnia rom.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.