Sequestra l’ex moglie e il compagno, li costringe a posare nudi per ricattarli

Arriva da Piedimonte Matese, centro del Casertano, l'ultima di una serie di squallide vicende legate ai ricatti sessuali. A finire agli arresti è stato un sottufficiale della Polizia Municipale di 59 anni.

Ha sequestrato la ex moglie e il suo compagno e li ha fotografati in pose spinte per poi ricattarli minacciando di diffondere quegli scatti da lui stesso estorti con la violenza. Arriva da Piedimonte Matese, centro del Casertano, l’ultima di una serie di squallide vicende legate ai ricatti sessuali. A finire agli arresti è stato un sottufficiale della Polizia Municipale di 59 anni.

Secondo un’accusa che dovrà trovare suggello nella fase procedurale di una indagine ancora in corso l’uomo avrebbe effettuato un vero e proprio sequestro in danno della sua ex coniuge e del suo nuovo compagno. Una volta assicuratosi il controllo coattivo della coppia, l’uomo li ha costretti ad assumere pose intime. Secondo la denuncia i due sarebbero stati “esortati” ad assumere quegli inequivocabili atteggiamenti a suon di pugni, schiaffi e calci.

A quel punto il poliziotto avrebbe scattato tutta una serie di foto che, nelle intenzioni, sarebbero dovute tornare utili per ricattare la coppia. Se l’oggetto del ricatto fossero soldi o costrizioni ad agire in un certo modo non è dato saperlo. Sta di fatto che l’ex moglie aveva sporto denuncia e, dietro input della procura competente, erano partite le indagini i cui riscontri oggettivi avrebbero spinto la magistratura a chiedere e ottenere dal Gip la misura cautelare degli arresti domiciliari per il pubblico ufficiale.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.