Olio contraffatto a Cerignola: sequestrate 2,5 tonnellate dalla Guardia di Finanza

Sequestrate più di 2,5 tonnellate d'olio adulterato a Cerignola durante un'operazione della Guardia di Finanza. All'olio di semi veniva aggiunta clorofilla, e la miscela veniva spacciata per olio extravergine.

Sequestrate più di 2,5 tonnellate d'olio adulterato a Cerignola

Maxi sequestro a Cerignola, dove la Guardia di Finanza ha preso in consegna oltre 2,5 tonnellate di olio extravergine d’oliva adulterato. A riferirlo è la Gazzetta del Mezzogiorno, secondo cui questo sarebbe l’esito dell’operazione in uno stabilimento abusivo. Qui, centinaia di litri di olio di semi di origine sconosciuta venivano miscelati con altre sostanze, tra cui clorofilla. Quindi, la miscela ottenuta veniva imbottigliata e venduta come extravergine di oliva. Ora il responsabile dell’oleificio è stato denunciato per “vendita di prodotti industriali con segni mendaci”.

Il sequestro nello stabilimento

La perquisizione condotta nello stabilimento ha portato al rinvenimento, in box privi di norme igieniche, oltre 2.500 litri di sostanza oleosa e 30 chili di clorofilla. Inoltre, sono state poste sotto sequestro anche varie attrezzature industriali per la miscelazione, l’imbottigliamento ed il confezionamento. Tra questi, anche 1.400 bottiglie in vetro e più di 11.000 etichette adesive, che venivano apposte sulle bottiglie, destinate ad essere vendute poi al Nord Italia e in Germania.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.