Donna muore dopo un’iniezione per la terapia del dolore

Non c'è stato nulla da fare per una donna di 68 anni che è deceduta a seguito di un'iniezione peridurale a Pavia. Aperta un'inchiesta.

ambulanza
Bambino morto a Novara, indagati la madre e il compagno

La Procura della Repubblica di Pavia ha aperto un’inchiesta per la morte di una donna. La 68enne è deceduta lo scorso venerdì dopo un’iniezione peridurale effettuata presso l’ambulatorio di terapia del dolore che fa capo all’Istituto “Maugeri”. La notizia è stata pubblicata quest’oggi da “La Provincia pavese”.

Iniezione peridurale

La denuncia è stata presentata dal marito. Disposta l’autopsia e il sequestro della cartella clinica. La paziente soffriva da tempo di una forma di artrite alle gambe e in passato si era già sottoposta a un intervento di ernia al disco. Secondo quanto dichiarato dalla testata pavese, dopo l’iniezione era uscita dall’ospedale in buone condizioni. A un tratto ha avvertito forti dolori alle gambe e al coccige.

Il peggioramento della donna dopo l’uscita dal centro

Immediato l’intervento del marito che l’ha riaccompagnata al centro. Le condizioni della donna, però, sono peggiorate all’improvviso. A nulla sono serviti i soccorsi del personale sanitario.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.