Sciopero 8 marzo 2019: bruciata una bandiera della Lega

Durante un corteo per lo sciopero dell'8 marzo, a Palermo è stata bruciata una bandiera della Lega. Rizzotto: "Quel gesto è un'offesa per milioni di elettori".

Otto marzo, donne in sciopero in tutta Italia. Milioni di donne che hanno raccolto l’appello di Non Una di Meno e si sono radunate in cortei nelle piazze e nelle strade di molte città. E a Palermo, durante una di queste manifestazioni, alcune ragazze hanno bruciato una bandiera della Lega. A riferirlo è stato il consigliere della Lega alla Regione Sicilia Tony Rizzotto.

Il commento di Rizzotto

“Il fatto è triste per chi ha compiuto il gesto” ha commentato Rizzotto. “Ognuno è libero di esprimere il proprio consenso o dissenso rispetto alle posizioni politiche della Lega o di qualsiasi partito, ma bruciarne il simbolo evoca tempi bui che nessuno di noi si augura”. E ha aggiunto: “È un fatto ancora più grave considerando che la Lega è oggi, secondo i sondaggi, il principale partito italiano e quel gesto è quindi un’offesa per milioni di elettori e militanti”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.