Pastori sardi accettano accordo su prezzo del latte: 74 centesimi al litro

Pastori sardi accettano accordo sul prezzo del latte. Il tavolo convocato dal prefetto di Sassari, Giuseppe Marani, ha trovato un'intesa che prevede 74 centesimi al litro.

Trovato accordo sul prezzo del latte
Trovato accordo sul prezzo del latte

Pastori sardi accettano accordo sul prezzo del latte. Il tavolo convocato dal prefetto di Sassari, Giuseppe Marani, ha trovato un’intesa che prevede 74 centesimi al litro. La precedente trattativa si era arenata quando erano stati proposti 72 centesimi.

L’accordo cercato e trovato

Ieri, giovedì 7 febbraio, il Governo aveva firmato un decreto e ha stanziato 24 milioni di euro per sostenere la filiera lattiero-casearia della Sardegna. Al vertice, tenutosi in piazza d’Italia, hanno partecipato pastori, aziende di trasformazione, associazioni di categoria con i rappresentanti di Governo e Regione.

Centinaio

“Un’ottima notizia dal tavolo del latte – ha dichiarato il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco CentinaioÈ la dimostrazione che quando ci si siede a un tavolo con spirito costruttivo si raggiungono importanti traguardi. Posso assicurare che quello di oggi è solo l’inizio. Andiamo avanti e ci mettiamo a disposizione, lavorando in modo serio sull’organizzazione dell’intera filiera e il rilancio del settore come ho sempre promesso”.

Massimiliano Dona

Positivo anche il commento di Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori: “Siamo sempre favorevoli a un libero accordo tra le controparti, in questo caso tra rappresentanti dei pastori e le aziende di trasformazione, così come è un bene che il Governo e il Prefetto abbiano svolto un ruolo di mediazione tra le parti”.

E ancora: “Sarebbe stato invece inaccettabile l’imposizione di un prezzo politico a 1 euro come si voleva fare inizialmente. Un ricarico del 66,6% che sarebbe stato traslato sui consumatori finali. Resta da capire come mai il libero mercato non funzionasse e per questo attendiamo un pronunciamento dell’Antitrust”.

Intesa firmata da tutti i partecipanti

La protesta dei pastori sardi dunque pare proprio a una svolta. L’intesa è stata firmata da tutti i partecipanti, rappresentanti dei pastori come organizzazioni di categoria. Tra queste anche la Coldiretti. “E’ stato importante l’intervento del prefetto e dei rappresentanti ministeriali per arrivare ai 74 centesimi”. Così si è espresso il direttore regionale di Coldiretti, Luca Saba, confermando che si è trovato l’accordo anche sulla ‘griglià. Questo significherà che il prezzo del latte sarà agganciato a quello del formaggio pecorino.


Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.