Capo gabinetto costretto a dimettersi: aveva una svastica tatuata

Marika Poletti ha rassegnato le dimissioni dopo le varie proteste emerse per il suo tatuaggio con una svastica in bella vista sul polpaccio.

Il tatuaggio incriminato
Il tatuaggio incriminato (foto Facebook Osservatorio contro i Fascismi Trentino)

Marika Poletti ha rassegnato le proprie dimissioni in qualità di responsabile dell’Ufficio di gabinetto dell’assessore agli enti locali e rapporti con il Consiglio provinciale Mattia Gottardi. Il motivo è dettato dal fatto che la donna avesse una svastica tatuata sul polpaccio. In realtà, secondo le dichiarazioni della donna, quel simbolo non sarebbe confacente a una vera e propria svastica.

Il tatuaggio con una svastica che fa discutere

Diversi partiti, a tal proposito, si era proposti nel chiedere le dimissioni della donna. Come redazione di CiSiamo.info abbiamo chiesto alla diretta interessata una foto e un commento sulla vicenda ma, al momento, non è stata fornita alcuna risposta in merito. Ecco un video di qualche anno fa dalle parole piuttosto discutibili.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.