Emanuela Orlandi, la famiglia chiede la riapertura di una tomba nel Vaticano

La giovane Emanuela Orlandi scomparve nel nulla il 1983. La famiglia della ragazza ha chiesto la riapertura di una tomba a seguito di alcune segnalazioni.

Emanuela Orlandi
Emanuela Orlandi

La famiglia di Emanuela Orlandi ha inviato una lettera al cardinale Pietro Parolin per fare luce sul caso. Il portavoce del Vaticano ad interim, Alessandro Gisotti, ha inteso replicare alle richieste avanzate dalla famiglia della giovane scomparsa da giugno 1983.

Emanuela Orlandi, un loculo che potrebbe contenere la verità sul caso

Secondo la famiglia della giovane, stando a quanto riportato dal “Corriere della Sera”, all’interno di una tomba antica, situata nel cimitero interno delle mura vaticane, vi sarebbe la risposta al mistero collegato alla scomparsa di Emanuela. Le segnalazioni a tal riguardo darebbero spazio all’ipotesi che il loculo possa custodire i resti della giovane.

La famiglia, in questa ottica, ha presentato istanza alla segreteria di Stato. L’obiettivo è conoscere la storia del loculo al fine di ottenerne un’eventuale apertura.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.