Marco Di Lauro arrestato: era il secondo latitante più pericoloso d’Italia

Dopo 14 anni di fuga, è stato arrestato a Napoli Marco Di Lauro, il secondo latitante più pericoloso d'Italia. I cittadini napoletani hanno applaudito le forze di polizia per l'importante risultato ottenuto.

Marco Di Lauro è stato arrestato. Dopo 14 anni è finita la fuda del secondo latitante più pericoloso d’Italia, il figlio di Ciruzzo ‘o milionario, il boss dell’Alleanza di Secondigliano. Marco Di Lauro è stato catturato a Chiaiano, in provincia di Napoli, nel corso di un’operazione congiunta fra la Squadra Mobile della Questura di Napoli e i Carabinieri.

Chi è Marco Di Lauro?

Marco Di Lauro

Sfuggito al maxi blitz del 7 dicembre del 2004, Marco Di Lauro (37 anni anni) era il quarto figlio del super boss di Secondigliano Paolo Di Lauro, detto Ciruzzo ‘o milionario. Dovrà scontare l’ergastolo per l’omicidio di Attilio Romanò, ucciso per errore nel gennaio del 2005, quando era in corso la prima faida di Scampia. Inoltre è già stato condannato a più di 10 anni di reclusione per associazione di stampo mafioso (416bis) e per traffico di stupefacenti. Marco Di Lauro è, infatti, considerato dagli inquirenti uno dei più importanti uomini del narcotraffico in Italia. Infine ha decine di processi ancora in corso che lo vedono imputato.

Pur di sfuggire a un blitz della Polizia, Marco Di Laura si è travestito da donna e pare che fosse sua abitudine camuffarsi con indumenti femminili per poter circolare senza essere riconosciuto. Nel 2015 si è sottoposto a un intervento chirurgico di plastica facciale per tentare di cambiare i connotanti e diventare quindi irriconoscibile. Il 25 dicembre del 2016 e nel marzo 2017 è sfuggito a due distinti blitz per catturarlo. Nel 2017 era, infine, stata diffusa una sua foto con le nuove sembianze, realizzata con il programma informatico “Age progression”, che permette di ricostruire – analizzando anche il volto dei genitore e dei nonni – quali dovrebbero essere i tratti somatici delle persone dopo anni.

Marco Di Lauro è anche uno dei personaggi che ha ispirato la prima edizione della serie tv “Gomorra”, in particolare il personaggio di Genny Savastano.

L’arresto di Marco Di Lauro

L’arresto di Marco Di Lauro è avvenuto, su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, il 2 febbraio 2019 durante un’operazione congiunta della Squadra Mobile della Questura di Napoli e i Carabinieri del Comando Provinciale. Il superlatitante si nascondeva in un appartamento in via Emilio Scaglione, nel quartiere Chiaiano, alla periferia di Napoli. Secondo le prima testimonianze Marco Di Lauro si stava mettendo a tavola quando la forze di polizia hanno fatto irruzione nell’abitazione, mettendo finalmente fine a una fuga durata 14 anni.

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha subito commentato: «Catturato il superlatitante di camorra Marco Di Lauro, grazie a un’operazione congiunta di polizia e carabinieri. Complimenti alle forze dell’ordine, che dopo l’arresto di un terrorista algerino dell’Isis mettono a segno un’altra operazione importantissima. Nessuna tregua ai criminali».

Il questore di Napoli, Antonio De Iesu, che si è recato personalmente a complimentarsi con i suoi uomini per l’eccellente lavoro svolto, ha raccontato alla stampa: «Marco Di Lauro non era armato e non ha opposto resistenza».

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Napoli, il colonnello Ubaldo Del Monaco, ha invece aggiunto: «Siamo contenti. È un bel lavoro che ci ha visti tutti impegnati come squadra Stato nel raggiungere un bel risultato» e ha poi evidenziato come l’azione si sia svolta sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Napol e del Procuratore di Napoli, Giovanni Melillo, che ha seguito tutta l’operazione passo dopo passo.


Il deputato di Forza Italia Matteo Perego ha scritto: «Complimenti agli agenti della Polizia di Stato e dei Carabinieri per aver arrestato in un’operazione congiunta a Napoli uno tra i più pericolosi latitanti e boss mafiosi d’Italia, Marco Di Lauro. La legalità trionfa, lo Stato vince, la mafia perde».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.