Omicidio Rozzano, il killer si costituisce: la vittima aveva abusato di una bambina

Omicidio a Rozzano, si sono costituiti oggi, martedì 26 febbraio, i due killer di Antonio Crisanti. L'uomo, di 63 anni, è stato ucciso nella giornata di eri pomeriggio, lunedì 25 febbraio, nel parchetto accanto al supermercato "Il Gigante".

Omicidio a Rozzano, si costituisce il killer
Omicidio a Rozzano, si costituisce il killer

Omicidio a Rozzano, si sono costituiti oggi, martedì 26 febbraio, i due killer di Antonio Crisanti. L’uomo, di 63 anni, è stato ucciso nella giornata di eri pomeriggio, lunedì 25 febbraio, nel parchetto accanto al supermercato “Il Gigante”. Accompagnati dal proprio avvocato, si sono costituiti ai carabinieri il fratello del genero di Crisanti, Emanuele Spavone, pregiudicato di 34 anni, e Achille Mauriello, di 27.

Il movente

A compiere l’omicidio a Rozzano è stato il genero della vittima, originaria di Napoli. Spavone ha ucciso il 63enne con uno stile quasi camorrista. Il movente, secondo la sua versione, sarebbe una vicenda di presunti abusi su una bambina di cui sarebbe stato autore proprio la vittima.

La versione sarebbe in linea con le prime ipotesi dei carabinieri, nel senso che già avevano sospettato un omicidio nato all’interno di dinamiche familiari. Una vendetta, insomma, su cui adesso si cercherà di fare chiarezza.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.