Amazon in Lombardia, sciopero delle consegne

Sciopero per i conducenti dei veicoli che hanno dato vita a una protesta per opporsi alle dinamiche di Amazon e alle rigide tempistiche del colosso.

Sciopero consegna pacchi Amazon in Lombardia
La protesta arriva per le tempistiche e le modalità di lavoro dettate da Amazon

Sciopero quest’oggi, martedì 26 febbraio, proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti e niente pacchi Amazon, almeno per oggi. I conducenti dei veicoli, che danno vita alle consegne, hanno indetto una protesta in Lombardia. Si tratta di un bacino d’utenza non indifferente visto che oltre la metà del mercato italiano giunge proprio da qui. Previsto un presidio di protesta a Milano dove, nel pomeriggio, dovrebbe giungere il Segretario della Cgil Maurizio Landini.

Problema consegne, cosa non va

Secondo i manifestanti, che hanno rilasciato alcune dichiarazioni al “Corriere della Sera”, emergono gravi problematiche lavorative.
«I ritmi di lavoro estenuanti, un sovraccarico che mette a rischio la sicurezza dei lavoratori e la qualità del servizio.Schiavi di un algoritmo, ma per un graffio al furgone ci trattengono 200 euro ».

La replica di Amazon

La risposta di Amazon è la seguente. «Le consegne vengono fatte attraverso piccole e medie imprese specializzate, che devono rispettare il Codice di condotta e garantire compensi adeguati».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.