Uccide sua madre e ne mangia il cadavere insieme al cane

Una scena da film che, purtroppo, film non è. L'orrore assoluto giunge da Madrid, dove un giovane ha ucciso, smembrato e mangiato sua madre.

uccisa e data in pasto ai maiali
uccisa e data in pasto ai maiali

Al poliziotto entrato con i colleghi in quella casa degli orrori non è rimasto altro che schizzare fuori e vomitare. Una scena da film che, purtroppo, film non è. L’orrore assoluto giunge da Madrid, dove un giovane ha ucciso, smembrato e mangiato sua madre, facendosi aiutare nel pasto dal cane di casa.

L’agghiacciante scoperta, che ha portato ovviamente al fermo del figlio della vittima, il 26enne Alberto Sanchez Gomez, è stata fatta dalle forze dell’ordine dopo che un’amica della donna, Maria Soledad Gomez, di 66 anni, aveva rilevato con preoccupazione che la stessa era irrintracciabile da oltre un mese.

Il figlio assassino

Una circostanza strana, per una donna che coltivava rapporti di amicizia fissi e che, in passato, aveva già subito l’onta di far sapere al vicinato quanto potesse essere violento quel figlio che viveva sotto il suo stesso tetto. Riporta Tgcom 24 che l’uomo, alla vita della polizia sull’uscio di casa, è apparso nervosissimo.

L’aria poi, aveva un odore inequivocabile, anticamera olfattiva di truci promesse. Promesse orribilmente mantenute quando gli agenti hanno fatto irruzione nei locali ammorbati dal puzzo: il corpo della donna era stato smembrato e riposto in contenitori Tupperware e di varia natura sparsi per casa.

Il cane del figlio

Le parti di cadavere erano putrefatte e il cane stava onorando un banchetto infernale che avrebbe rivelato di lì a poco un risvolto ancor più agghiacciante. Non solo il cane infatti, ma lo stesso figlio stavano facendo scomparire pezzo a pezzo il cadavere cibandosene.

Durante quei minuti concitatissimi uno dei poliziotti si è sentito male, mentre i suoi colleghi provvedevano a mettere il figlio cannibale in stato di fermo. A suo carico più di dieci denunce precedenti per atti di violenza, ma sua madre, l’oggetto della sua “fame” innominabile, aveva sempre evitato di sottoscriverle: a suo dire i suoi lividi erano dovuti a cadute occasionali mentre portava il cane, sempre lui, a spasso.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.