Tragedia Rigopiano, il padre di una vittima va a processo

Alessio Feniello alla fine finisce a processo. L'uomo, di 57 anni, originario di Valva (Salerno) è il padre del giovane Stefano, una delle 29 vittime della tragedia di Rigopiano. La sua colpa? Aver portato dei fiori nel luogo dove è morto suo figlio.

Tragedia di Rigopiano
Tragedia di Rigopiano

Alessio Feniello alla fine finisce a processo. L’uomo, di 57 anni, originario di Valva (Salerno) è il padre del giovane Stefano, una delle 29 vittime della tragedia di Rigopiano. La sua colpa? Aver portato dei fiori nel luogo dove è morto suo figlio.

Il gip del Tribunale di Pescara ha disposto nei confronti di Feniello il giudizio immediato. L’uomo aveva ricevuto una multa di 4550 euro dopo che aveva violato i sigilli. “L’ho fatto per mettere dei fiori”, disse. Il processo, davanti al tribunale monocratico di Pescara, si terrà il prossimo 26 settembre. È lo stesso Feniello a darne notizia tramite un post su Facebook. “Ho sempre sostenuto – ha scritto nel post – che avrei affrontato il processo. Non come i politici”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.