Genitori di Renzi ai domiciliari: Mentana pubblica dati sensibili ma poi chiede scusa e li rimuove

Enrico Mentana pubblica sulla pagina di Open, il giornale online che dirige, dati sensibili dei coniugi Renzi. Ma si accorge dello sbaglio, chiede scusa e corregge il post.

Enrico Mentana e i multipoll
Enrico Mentana e i multipoll

Arrivano le scuse di Enrico Mentana in merito alla pubblicazione del post sugli arresti dei genitori di Matteo Renzi “corredati” da generalità, indirizzo e residenza degli indagati. La svista, pubblicata sulla pagina di Open, il quotidiano on line diretto dallo stesso Mentana, non era passata inosservata ed aveva campeggiato in bella mostra per oltre un’ora sulla page in questione.

Il post

Il post su Facebook in buona sostanza annunciava, a incentivo di un’eclatanza mediatica a traino della quale tutti i media erano ovviamente andati, la misura degli arresti domiciliari per Tiziano Renzi e Laura Bovoli in merito alle note vicende fiscali per le quali sono iscritti a registro. Non solo, pubblicava anche dati che, deontologicamente e in punto di diritto, non dovrebbero mai essere divulgati.

Le scuse di Mentana

L’equivoco era nato dalla pubblicazione dell’atto giudiziario integrale, da cui quei dati erano evincibili con molta chiarezza a volerlo consultare con un semplice clic. Accortosi della cantonata, il direttore Mentana ha provveduto subito a disporre una pubblicazione bis dell’atto, emendata però dalle parti più sensibili. “Per molti minuti nella foto del link su cui non avevo visuale – aveva spiegato Mentana nel chiedere scusa per l’episodio – sono apparsi gli indirizzi delle persone sottoposte al provvedimento giudiziario, ora doverosamente oscurati. Chiedo anche scusa personalmente”.

La risonanza per i dati sensibili

Giova ricordare, come giustamente sottolinea Giornalettismo, che anche coloro che hanno condiviso la versione integrale del link dovranno provvedere a rimuoverla e sostituirla, eventualmente, con quella “bonificata” dai dati personali. Data l’eclatanza e la fortissima rispondenza politica e di opinione pubblica del provvedimento in questione, è lecito infatti supporre che le condivisioni del link incriminato non siano state poche, con un effetto amplificato della violazione della privacy dei coniugi Renzi.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.