Baby-pusher a Napoli: ragazzini di 14 anni usati come corrieri per la cocaina

Smantellato traffico di droga a Napoli, nel quartiere Ponticelli, per cui venivano usati ragazzini di 14 anni come corrieri di un'associazione in cui era coinvolta un'intera famiglia.

Carabinieri

Smantellata una piazza di spaccio nel quartiere Ponticelli, a Napoli. Coinvolti anche minori: ragazzini di 14 anni venivano usati per nascondere cocaina o consegnarla ai clienti. I piccoli corrieri venivano usati durante i controlli di polizia. Su di loro, insopsettabili, veniva nascosta la cocaina. Sono 12 le ordinanze di custodia cautelare emesse su richiesta della Dda di Napoli, per il reato di traffico di stupefacenti. Tra i destinatari della misura restrittiva anche Brusco C., che acquistava abitualmente consistenti quantitativi di stupefacente che successivamente rivendeva a propri clienti.

A portare alla luce il traffico di stupefacenti sono state le indagini condotte sulla morte di Mariano Bottari, ucciso da un proiettile vagante il 28 luglio 2014.
A gestire la piazza, secondo gli inquirenti, erano Giovanni Gravino e la sua convivente Maria Pina Sartori, scoperti grazie ad un’intercettazione telefonica. La loro abitazione veniva utilizzata per custodire e vendere la cocaina. Dosi di diverso taglio da 0,2, 0,5 e 0,8 grammi, , che venivano vendute tra i 55 e i 60 euro al grammo.

L’associazione si avvaleva della collaborazione di vari familiari della coppia, al punto tale da poter essere considerata come una impresa “familiare”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.