Uccide la figlia di soli due anni della compagna: arriva la sentenza definitiva

L’uomo è stato condannato per l’omicidio della piccola avvenuto nel 2018. Presenta nell’aula del tribunale la mamma della bambina.

Sentenza definitiva per l’uomo
Sentenza definitiva per l’uomo

Un omicidio efferato quello di Martin Johnson, 20 anni, ai danni della piccola Erin Tomkins e una sentenza esemplare. La figlia della sua compagna è stata uccisa nella casa di Sheffield, una cittadina situata nella Contea dello Sourth Yorkshire (Inghilterra).

Uccisa una bambina di due anni

Secondo la Polizia il caso risulta essere uno dei più atroci degli ultimi tempi. L’uomo ha massacrato la piccola che, dopo i primi accertamenti, presentava delle profonde ferite alle testa. L’esito dell’autopsia ha rilevato numerose fratture agli arti e alla colonna vertebrale.

Il racconto della Polizia

L’ispettore capo Steve Whittaker, della polizia del South Yorkshire, ha descritto la morte della piccola come un «attacco selvaggio». 

«Da quando lavoro, sono 32 anni che lo faccio, non mi era mai capitata una cosa simile. Stiamo parlando di un uomo che non ha mai mostrato alccun tipo di rimorso. A questo si aggiunge – dichiara l’ispettore – che avrebbe incolpato la madre di Erin per il crimine orribile». Condannato all’ergasotolo il 32enne.

La sentenza

Alla lettura della sentenza la madre della piccola, Kira Tomkins, era presente in aula. Dopo averlo udito è scoppiata in lacrime. Il fatto si verificò il 21 febbraio 2018.

Johnson, all’epoca, telefonò al 999 dalla casa della mamma di Erin a Leighton Road, nella zona di Glockless di Sheffield. I soccorritori, giunti sul posto, trovarono la piccola piena di lividi sul corpo e con tracce di sangue sparse.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.