Muore insegnante: si era sottoposto a un’operazione per ridurre lo stomaco

L'insegnante è deceduto a causa di alcune complicazioni di salute che gli sono risultate fatali. Si era sottoposto a un intervento di riduzione dello stomaco.

Insegnante morto dopo intervento
L'uomo deceduto era un insegnante

Era obeso e voleva dimagrire per tornare ad avere una vita normale, è morto sotto i ferri in un ospedale salernitano. La procura ha disposto il sequestro della cartella clinica di un insegnante 50enne che aveva deciso di effettuare un intervento di riduzione della massa grassa.

Fatale l’intervento chirurgico

La chirurgia bariatrica ha preso molto piede in Italia nel corso degli ultimi 10 anni e prevede protocolli operativi molto definiti e considerati ormai, in letteratura medica, con un tasso di rischio quantificato nel 3%. L’insegnante in questione, che aveva un severo problema di obesità, aveva perciò deciso di ovviare allo stesso con l’operazione in questione.

Si era ricoverato al Fatebenefratelli di Benevento e, dopo l’intervento, si era avviato a quello che pareva un decorso post operatorio del tutto normale.

Peggiorate le condizioni di salute

Le cose erano precipitate in pochissimi giorni però. Dopo 72 ore l’uomo aveva iniziato ad accusare un malessere generale sempre crescente, in una escalation talmente eclatante da spingere i congiunti a riaccompagnarlo a razzo in ospedale.

Lì, la faccenda ha trovato il primo snodo su cui si andranno a concentrare le attenzioni degli inquirenti: l’uomo, parrebbe in condizioni già molto gravi, sarebbe stato trasportato all’ospedale “Ruggi D’Aragona” a Salerno.

Gravi problemi di salute per l’insegnante

L’uomo presentava uno stato settico diffuso e pervasivo, un’infezione devastante per la quale, malgrado i tentativi messi in atto dai sanitari del nosocomio numero due, era spirato.

A quel punto era entrata in gioco la Magistratura inquirente che, per i Carabinieri in mansioni di Pg operante, avevano sequestrato entrambe le cartelle cliniche relative all’insegnante, quella beneventana e quella di Salerno.

Già stabilità l’autopsia

Il Mattino informa che l’autopsia sul corpo dell’uomo è già stata stabilita. In queste ore è in atto la formalizzazione delle nomine dei consulenti che, assieme ai legali, presenzieranno all’esame tanatologico e inizieranno a incastrare i tasselli per conoscere la verità ed individuare eventuali responsabilità.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.