Raffaele Cantone e l’Anac: «Non mi dimetto da Presidente»

Il Magistrato Raffaele Cantone ha precisato il proprio futuro all'Anac. Porterà a termine il mandato: ecco cosa ha dichiarato.

Raffaele Cantone
Il Magistrato Raffaele Cantone

Raffaele Cantone ha smentito di volersi dimettere dall’incarico di Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione prima del dovuto. Cantone ha comunque presentato la domanda al Consiglio Superiore della Magistratura. L’intenzione è quella di concorrere al posto di capo in tre procure. Era fuori ruolo dal 2014 quando ricevette la nomina.

«Non ho alcuna intenzione – dichiara Cantone – di dimettermi da presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione. Dopo una lunga valutazione di carattere squisitamente personale, sapendo che i tempi del Consiglio Superiore della Magistratura non sarebbero stati brevi, era mia intenzione informare quanto prima gli esponenti dell’esecutivo. Tra noi vi è sempre stata un’intensa collaborazione istituzionale in questi mesi».

«Ho chiesto immediatamente appuntamento al Presidente del Consiglio e ai Ministri dell’Interno e della Giustizia, ai quali esporrò nei prossimi giorni le mie motivazioni».

Cantone si candida per dirigere un’altra procura

Il magistrato napoletano, infatti, si è candidato a Frosinone, Perugia e Torre Annunziata. Raffaele Cantone lascia l’ANAC.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.