Migranti con barcone in avaria: ritorno dell’imbarcazione verso la Libia

Un centinaio di migranti sono stati soccorsi nella notte. Le persone saranno trasferite a Misurata, in Libia. Imbarcati su una nave cargo della Sierra Leone.

Emergenza migranti, soccorse cento persone provenienti dalla Libia
Soccorsi migranti al largo della Libia (foto di repertorio)

Un mercantile della Guardia Costiera della Libia ha soccorso un barcone di oltre cento migranti in difficoltà. L’imbarcazione, al largo delle coste, ha avuto qualche problema durante la navigazione. Stando a quanto riferito da un tweet di Alarm Phone, che nella giornata di ieri aveva segnalato la situazione, le difficoltà dell’imbarcazione erano piuttosto gravi.

Migranti soccorsi in giornata

Tutti sani e salvi i 393 migranti recuperati dalla Guardia Costiera libica nella giornata di ieri: lo fa sapere il Viminale. In particolare, 143 sono stati riportati a Tripoli, 144 a Misurata e 106 ad al-Khoms. Secondo l’Ong, però, tutto questo «violerebbe le leggi internazionali, riportando i migranti dopo 24 ore in mare nell’inferno della Libia». 

Sulla questione di emergenza del barcone si era mosso anche il Governo italiano sollecitando, di fatto, un intervento della Libia. «Siamo in continuo contatto con la Guardia costiera libica – si leggeva ieri in una nota di Palazzo Chigi – perché effettui questo ulteriore intervento e metta in sicurezza i migranti che sono a bordo. Dopo vari giorni di mare agitato – si sottolineava poi – i trafficanti di esseri umani hanno approfittato nuovamente di questo weekend di mare calmo per agire».

Avaria del barcone

Un centinaio di migranti sono stati soccorsi dalla Libia a circa 50 miglia dalle coste. Imbarcati, questa notte, su una nave cargo della Sierra Leone. Luigi Di Maio, a tal riguardo, ha inteso esprimere la propria idea attaccando Macron. Il Vicepremier ne ha parlato ai microfoni di Rtl 102.5.

«Prima ci fa la morale – dichiara Di Maio – e poi continua a finanziare il debito pubblico con i soldi con cui sfrutta i paesi africani, le sue colonie. D’ora in poi quelli che vogliono sbarcare glieli portiamo a Marsiglia. Chiederò a Ue sanzioni contro quei paesi che colonizzano l’Africa. Si parla solo degli effetti, dei morti in mare, ma la Ue ignora quello che la Francia fa in Africa. La Francia stampa il franco delle colonie con cui si fa finanziare parte del suo debito, per far stare gli africani in Africa basta che i francesi se ne stiano a a casa loro».

Matteo Salvini, invece, insiste con la linea dei porti chiusi«Salviamo le vite con i porti chiusi».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.