Arrestato cardiologo di Urbino: avrebbe abusato delle pazienti

Il cardiologo pare aver utilizzato la medesima tecnica per palpare alcune pazienti minorenni. L’uomo è stato sospeso e posto agli arresti domiciliari.

Omicidio Genoni, ricerche per risalire all'autore del delitto
Omicidio Genoni, ricerche per risalire all'autore del delitto (foto repertorio)

I Carabinieri di Urbino hanno arrestato un cardiologo per aver dato vita ad alcuni episodi di abusi ai danni delle pazienti. Il medico è finito agli arresti domiciliari ed è accusato di violenza sessuale aggravata. L’uomo lavorava all’interno di due ambulatori privati. Uno di questi, inoltre, era accreditato con il servizio sanitario della Regione Marche. Si tratta di un ex primario di medicina di Urbino. 

Palleggiamenti alle minorenni

Le indagini sono partite nello scorso mese di ottobre. La madre di una ragazza minorenne si è rivolta alle forze dell’ordine al fine di denunciare dei palleggiamenti subiti dalla figlia durante una visita cardiologica. I Carabinieri, dopo la denuncia della donna, hanno dato il via a una serie di accertamenti. A tal proposito, infatti, sono stati ascoltati diversi testimoni. In totale sono state raccolte altre nove denunce. Si tratta, nello specifico, di giovanissime: tra queste anche una bambina di undici anni. 

Come agiva il cardiologo

La modalità d’azione contestata al medico era sempre la stessa. Una volta giunta la vittima in ambulatorio la si faceva spogliare e adagiare sul lettino dello studio medico. Con la scusa del «controllo del polso femorale» il medico dava spazio a diverse palpate. Le indagini, allo stato attuale, sono ancora in corso. L’idea è quella di verificare se vi siano altri casi simili accaduti in passato.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.