Pompe funebri, due imprese si spartivano i servizi negli ospedali: 30 arresti

I due cartelli di pompe funebri si spartivano in pratica i servizi funebri dei due maggiori ospedali bolognesi, con un giro di affari di 13 milioni di euro che sono stati sequestrati.

Carro funebre
Smantellati due cartelli di imprese funebri a Bologna

Lucravano sulla morte, riuscendo ad avere il monopolio nell’aggiudicazione dei servizi funebri. Per questo i Carabinieri di Bologna hanno smantellato due cartelli di imprese di pompe funebri che controllavano le camere mortuarie dei due principali ospedali cittadini, l’Ospedale Maggiore e il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi.

30 le misure cautelari , 43 le perquisizioni eseguite dai militari che hanno sequestrato un patrimonio di 13 milioni di euro. Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Bologna, e hanno consentito di disarticolare una vera e propria associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e riciclaggio. Gli investigatori hanno accertato come i due cartelli si spartisssero i servizi nelle camere mortuarie dell’ ottenendo di fatto il monopolio nel settore.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.