Beve due shottini e muore: deceduta giovane 16enne a Roma

Disposta l'autopsia per stabilire se il decesso della 16enne accaduto a Roma sia stato causato da un presunto choc anafilattico.

Shottini
La ragazza è morta a Roma all'età di 16 anni

Drink con lattosio ma lei, allergica, credeva che ne fossero privi. E’ morta poco dopo il ricovero in ospedale. Sarà l’autopsia a stabilire se la 16enne deceduta a Roma a causa di un presunto choc anafilattico nel week end abbia effettivamente ingurgitato, con i drink di una serata fra amici, anche la sostanza che le ha stroncato la vita. La giovane, una 16enne molto conosciuta perché affermata giocatrice di beach volley, era spirata dopo che, sabato scorso, era entrata in un bar di Centocelle e dopo aver bevuto due shot aveva avuto una crisi respiratoria.

Tragedia per un giovane

Il locale – ci informa il Messaggero – si trova in Piazza delle Gardenie. La giovane era entrata al suo interno con amici; l’intento era quello di passare una serata in allegria, ma la tragedia era in agguato. Tragedia che si sarebbe concretizzata in un equivoco su cui sta facendo chiarezza la Procura di Roma per mezzo del Sostituto Clara De Cecilia, coordinata dal procuratore aggiunto Nunzia D’Elia. In buona sostanza, avendo deciso di bere degli “shottini”, la giovane aveva chiesto al team di bar tender se quelli che erano in approntamento contenessero latte; la giovane era infatti intollerante al lattosio e lo aveva palesato agli esercenti in frontdesk.

Due shottini fatali

Un barista, secondo una ricostruzione che è di fatto parte integrante di un fascicolo penale, avrebbe rassicurato la giovane cliente. “Latte si, ma solo di cocco”, le avrebbe risposto. La ragazza a quel punto avrebbe bevuto due bicchierini. Da lì in poi, la faccenda è tracimata in tragedia in pochi minuti. La giovane ha accusato una crisi respiratoria, è stata fatta oggetto di tentativi di rianimazione ma è morta poco dopo. L’ipotesi è che le bevande utilizzate per preparare gli shottini potessero contenere anche lattosio. Parrebbe che la loro provenienza non sia italiana. La magistratura ha disposto il sequestro delle bottiglie e, contestualmente, l’esame tanatologico sulla salma della vittima. Se vittima di una fatalità o di una negligenza lo si saprà solo in sviluppo procedurale del fascicolo aperto a Piazzale Clodio.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.