Droga al porto di Gioia Tauro nascosta nelle bobine di carta: sequestrati 115 chili

Operazione della Guardia di Finanza in Calabria. Un carico di 115,61 chilogrammi di cocaina pura è stato sequestrato al porto di Gioia Tauro.

Fermato carico di cocaina al porto di Gioia Tauro
Immessa nel mercato avrebbe fruttato 23 milioni di euro

Il personale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, supportato da quello dell’Agenzia delle dogane, ha fermato nel porto di Gioia Tauro un carico di 115,61 chilogrammi di droga. La cocaina pura era presente all’interno di tre borsoni in un container che trasportava delle bobine di carta proveniente da San Antonio (Cile). La sostanza era stata divisa in cento panetti. Dopo lo scalo a Rodman (Panama), il carico era diretto a Livorno.

Droga nascosta in alcuni borsoni

Giunta a destinazione, con la conseguente immissione nel mercato, avrebbe fruttato qualcosa come 23 milioni di euro alle organizzazioni della ‘Ndrangheta che operano nel settore. Il prezzo per la sostanza, infatti, oscilla dai 50 ai 100 euro al grammo. L’operazione è stata condotta sotto il coordinamento della Procura della Repubblica e della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.