Ha 88 anni e spende 100mila euro per il suo fidanzato di 25. Il Giudice la ferma

La donna di 88 anni ha speso 100mila euro per fare dei regali al suo fidanzato che, invece, ne ha 25. La vicenda è accaduta a Forlì.

Lei 88 anni lui 25, storia d'amore a Forlì con regali da 100mila euro
La signora anziana ha speso 100mila euro di regali per il suo giovane fidanzato a Forlì

Il giudice le vieta di sperperare soldi per il suo innamorato e manda sotto processo lo psichiatra che aveva accertato la sua capacità di intendere, volere e riempire di danè le tasche del suo “bello”. Lei ha 88 anni e il suo fidanzato, foraggiato finora con 100mila euro sonanti, ne ha 25. Arriva da Forlì l’ultima storia d’amore “atipica”, in cui Cupido fa la spola fra i cartoni animati e la signora Fletcher e la differenza di età fra i due piccioncini si misura in eoni. Protagonista un’arzilla 88enne che ha scalato nell’anagrafe di ben 63 anni prima di trovare una persona di cui ha dichiarato, davanti al giudice: “E’ la mia vita”. Dello stesso avviso il giovanottello, un 25enne sveglio come un fringuello che ha ribadito alla toga il suo amore incondizionato per la sua giurassica fidanzata. Tant’è. In mezzo alle beghe, per quanto un filino anomale, di Cupido, non è corretto mettersi.

Forlì, regali da oltre 100mila euro

Tuttavia il terzo incomodo si è materializzato nella figura della figlia dell’anziana non tanto – o comunque non solo – in virtù del dualismo pannolone-pannolino evidentemente letto con sospetto, quanto in rapporto alla somma di denaro che la nonnina aveva speso per il suo compagno: centomila euro tondi tondi di regalie assortite che avevano fatto latrare la signora come un coyote in colica renale, prima di adire la giustizia. Logico che si andasse a perizie. E qui, il primo colpo di scena. Perizia psichiatrica numero uno: la signora è capace di intendere e di volere e con i suoi soldi ci fa il beneamato che vuole.

Colpo di scena bis e Scarpetta: la badante ammette di aver compilato lei il quiz per accertare la lucidità della nonnetta e spedisce lo psichiatra presunto connivente sotto processo per falso ideologico. Coup de theatre numero tre, figlio del secondo: il giudice stabilisce che l’anziana non è lucida e le fa divieto di spendere ulteriori soldi in regalie per il suo toy boy. Che ora deve chiederselo davvero, se quella è la donna della sua vita. Ma senza il conforto del bancomat.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.