Targhe straniere: a Milano la prima multa

A Milano già notificata la prima multa e la prima confisca di un auto. La stretta arriva in seguito alla tecnica messa a punto, negli ultimi anni, da coloro che non volevano pagare il bollo, la revisione e l'assicurazione.

A Milano la prima multa e il primo sequestro di una macchina con targa straniera
A Milano la prima multa e il primo sequestro di una macchina con targa straniera

Stop alle targhe straniere, a Milano già notificata la prima multa e la prima confisca di un auto. Lo scorso venerdì 4 gennaio, la polizia locale ha fermato una vettura con targa straniera: romena per essere precisi. Dopo le consuete verifiche, per la prima volta nel capoluogo lombardo, al proprietario del mezzo è stata notificata la maxi multa, prevista dalla stretta del decreto Sicurezza sulle estero-vestizioni di auto che circolano in Italia con targhe straniere.

Il verbale ammonta a 712 euro, ed è accompagnato dal fermo del mezzo. L’auto sarà confiscata se il proprietario non si metterà in regola entro 180 giorni. inoltre la multa può raggiungere i 2.848 euro. Per essere in regola con la normativa, è necessario riportare la macchina nel Paese in cui è stato registrato o, in alternativa, immatricolarlo nuovamente in Italia.

La stretta arriva in seguito alla tecnica messa a punto, negli ultimi anni, da coloro che non volevano pagare il bollo, la revisione e l’assicurazione. Senza contare che con una macchina con targa estera, non c’era bisogno di preoccuparsi di pagare le multe. Le notifiche spedite fuori confine, infatti, vengono pagate da una minoranza di trasgressori.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.