Agguato a Roma davanti a un asilo della Magliana: grave un uomo

Le condizioni dell'uomo sono piuttosto gravi. L'agguato è avvenuto davanti l'asilo nido della figlia.

Una donna è stata trovata carbonizzata a Brescia
Una donna è stata trovata carbonizzata a Brescia

Sparatoria davanti a una scuola nel quartiere Magliana di Roma. Un uomo, che aveva appena lasciato la figlia, sarebbe stato colpito da almeno tre colpi di pistola alla testa. L’agguato è avvenuto davanti all’asilo nido “Mais e Girasole” sito in via Castiglion Fibocchi. L’uomo ha alle spalle precedenti per episodi di detenzioni illegale di armi, usura e droga. Il 34enne si trova attualmente al “San Camillo” in codice rosso. Le condizioni sono piuttosto gravi. Le forze dell’ordine sono alla ricerca delle due persone a bordo dello scooter.

La dinamica dell’agguato

Secondo le informazioni raccolte, l’uomo era giunto davanti l’asilo per lasciare la figlia. Il padre della piccola era risalito da pochi istanti sulla propria autovettura quando è stato affiancato da uno scooter. Una persona, con giubbotto e casco, ha sparato alla Toyota Yaris facendo partire quattro colpi di pistola.

L’ipotesi della Magliana criminale

Secondo quanto riportato da “Il Messaggero” potrebbe trattarsi di un passo indietro nel tempo. Il ritorno della Magliana criminale degli anni ’80 e ’90. Le modalità di esecuzione sarebbero le medesime della banda così come la caratura del soggetto colpito. L’uomo, infatti, presenta un curriculum criminale condito da tanti reati. Si va dall’estorsione alla droga fino al possesso illegale di armi. E per finire, inoltre, reati come resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. L’uomo era attualmente un sorvegliato speciale della Polizia.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.