Quanta acqua mettere in un acquario? A Rivolta D’Adda lo stabilisce il Comune

Nel Comune di Rivolta D'Adda entrerà infatti in vigore un regolamento comunale che fissa a 30 litri il quantitativo minimo di acqua da mettere a disposizione dei pesci tenuti in casa.

Rivolta D'Adda e il quantitativo di acqua limite per un acquario
Il particolare provvedimento è avvenuto in un borgo della provincia di Cremona

Il pesciolino Nemo sarà al sicuro, almeno se la sorte lo portasse a fare capolino fra gli anemoni in quel di Rivolta D’Adda, nel Cremonese, invece che a sguinciare l’universo mondo dagli anfratti della barriera corallina. Fra pochi giorni entrerà infatti in vigore un regolamento comunale integerrimo che fissa a 30 litri il quantitativo minimo di acqua da mettere a disposizione dei pesci tenuti in casa. A dirla più “papale”, addio alla classica boccia, sfera totemica di tanti cartoni animati in cui da pinna a pinna gli ospiti branchiuti riempivano praticamente tutto lo spazio a loro disposizione, riempito a volte da gatti in fregola mannara secondo il meraviglioso clichet di “all is possible” tipico del regno di Fantasilandia.

Il provvedimento del Comune di Rivolta D’Adda

A Rivolta hanno fatto le cose per bene e la differenza fra le evoluzioni di Tom o di Silvestro e la vita vera di un pesce d’acquario l’hanno capita bene. Capita ed applicata per tabulas. Con una vera e propria “carta dei diritti” degli animali ed un regolamento tignosissimo da 53 articoli. Quello sui pesciolini da acquario, il numero 15, è un po’lo Statuto Albertino del popolo delle branchie, condannato dal colorato sessappiglio che tanto incanta noi umani ad una vita di reclusione, con un vetro a fare da spartiacque fra le pareti del tinello e i fattacci ittici dei malcapitati.

Stabilito un quantitativo limite di acqua

L’articolo approvato è datato 20 dicembre 2018 con voto unanime, troverà applicazione esecutiva entro un mese da allora (cioé fra pochi giorni) e non solo stabilisce che il quantitativo di acqua standard dei contenitori classici è insufficiente a garantire un proficuo scambio fra acqua ed aria (fonte Corsera) e che deve avere un range minimo di 30 litri, ma addirittura che la conformazione classica della “boccia” è del tutto inadatta a garantire quello scambio che puo’ evitare sofferenze ai pesciolini. Una vera rivolta nel luogo che ne porta il nome, Se a Rivolta D’Adda un gatto puntasse il pesce di casa, gli converrà fare corsi di snorkeling.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.