Morte Daniele Belardinelli, arrestato ultrà del Napoli

Un ragazzo è stato arrestato con l'accusa dell'omicidio volontario di Daniele Belardinelli. Sarebbe lui il conducente della station wagon sequestrata.

Tifoso interista morto, indagati 4 napoletani
Tifoso interista morto, indagati 4 napoletani

Un ragazzo di 25 anni è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio volontario ai danni di Daniele Belardinelli. L’ultrà del Napoli sarebbe stato alla guida della Volvo B-40 station wagon sequestrata nella giornata di ieri. Durante gli scontri, avvenuti nella giornata di Santo Stefano in zona San Siro prima di Inter-Napoli, il 35enne di Varese ha perso la vita. A dare la notizia è l’Ansa. Decisive le testimonianze che hanno indirizzato le indagini investigative sul giovane napoletano. Nell’inchiesta sono finite altre quattro persone e ci sono almeno un’altra ventina di indagati. Il numero, in ogni caso, è destinato a salire.

Indagini sulla vettura sequestrata

La vettura è stata posta sotto sequestro ed è intestata, con un leasing, a suo padre che risulta essere incensurato. L’ipotesi che il mezzo abbia colpito Daniele Belardinelli ha dato vita al fermo dell’automobile. Le immagini degli scontri, dopo la supervisione del personale di Polizia, ha dato vita a un’indagine più approfondita sulla utilitaria. Mancava la ripresa della targa della vettura ma gli investigatori sono arrivati al sequestro. È stata bloccata in un deposito di Napoli. Altre due auto sono stati individuate dal supporto video delle telecamere di sorveglianza. Sono in corso, in ogni caso, i dovuti accertamenti. L’idea è quella di capire se siano coinvolte nell’investimento dell’ultrà del Varese, tifoseria gemellata con l’Inter. Sulla convalida del sequestro del mezzo dovrà decidere il Gip Guido Salvini.

Varie ipotesi sulla morte di Daniele Belardinelli

Si sta dando forma a un puzzle piuttosto complesso. La morte di Belardinelli, e la dinamica dell’accaduto, non sono ancora stati definiti del tutto dagli organi competenti nell’ambito investigativo. Il capo dei Boys Marco Piovella, durante l’interrogatorio, ha parlato di una macchina passata sul corpo del suo amico Daniele a velocità piuttosto bassa. Flavio Biraghi, ultrà dei Viking dell’Inter, crede che il mezzo sia un suv con un passaggio ad alta velocità. Due versioni totalmente contrapposte sulle quali, però, gli inquirenti stanno indagando. Emerge, inoltre, che Daniele Belardinelli possa essere stato colpito da un’auto per poi rimanere schiacciato da un’altra.

Domani alle 14, intanto, a San Vittore si terrà l’interrogatorio di Luca Da Ros. Nel frattempo l’autopsia sul cadavere del 35enne non è ancora stata fissata. Probabilmente sarà effettuata la prossima settimana. Gli inquirenti, intanto, stanno inviando molte informazioni di garanzia agli indagati.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.