Cinghiali sull’A1 provocano incidente: un morto e dieci feriti

Un gruppo di tre cinghiali che attraversavano l'A1 ha provocato un incidente questa notte intorno alle 4. Il bilancio è di un morto e una decina di feriti.

Cinghiali
Cinghiali sulla A1 provocano un grave incidente nella notte

Un gravissimo incidente si è verificato questa notte, intorno alle 4, sull’autostrada A1 direzione Sud, nel tratto tra le località di Lodi e Casalpusterlengo. Si è trattato di un tamponamento a catanea di tre automobili. La causa è stato l’attraversamento della carreggiata di un gruppo costituito da almeno tre cinghiali. Repubblica Milano riporta il bilancio dell’incidente, tutt’altro che lieve. Un 28enne di origini polacche è rimasto ucciso, e i feriti sono una decina. Tra loro, cinque minori: 3 bambini e 2 ragazzini di 13 e 15 anni sono rimasti feriti nel tamponamento.Ma un uomo e una donna sono quelli che restano in più gravi condizioni.

Sul posto sono immediatamente intervenuti i soccorsi. Ambulanze, auto mediche e Vigili del Fuoco hanno prestato soccorso e i feriti sono stati trasportati ai vicini ospedali di Lodi e Piacenza. La Polizia è intervenuta per i rilievi, e le operazioni di sgombero della carreggiata dai resti delle auto coinvolte ha provocato la chiusura del tratto della A1. Molte le code, soprattutto in direzione Bologna.

Le stime della Coldiretti

Secondo le stime della Coldiretti basate su dati regionali, sarebbero circa 400 gli incidenti stradali provocati dai cinghiali in Lombardia dal 2013 a oggi. La Coldiretti regionale ha commentato l’incidente di questa notte. Come riporta Repubblica Milano, la Coldiretti sostiene infatti che “con oltre un milione di esemplari diffusi in Italia la presenza dei cinghiali nei centri abitati e sulle strade è ormai un rischio concreto per la sicurezza dei cittadini”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.