Espulsi 4 parlamentari del M5S per comportamenti contrari alle norme dello Statuto e del Codice Etico

Archiviati invece i procedimenti contro Matteo Mantero e di Virginia La Mura. Ancora pendenti i procedimenti nei confronti di Elena Fattori e Paola Nugnes.

La scelta del Movimento 5 stelle dopo l'apertura della crisi di Governo
La scelta del Movimento 5 stelle dopo l'apertura della crisi di Governo

4 parlamentari del Movimento Cinque Stelle sono stati espulsi. Si tratta di Gregorio De Falco, Saverio De Bonis, Giulia Moi e Marco Valli. Lo rende noto un post del blog delle stelle che pubblica i motivi della decisione. “Sono stati espulsi a fronte di comportamenti contrari alle norme dello Statuto e del Codice Etico, accettato e condiviso da eletti ed iscritti”.

Inoltre, nei confronti di Matteo Mantero e di Virginia La Mura i procedimenti disciplinari sono stati archiviati. Mentre nei confronti di Elena Fattori e Paola Nugnes i procedimenti disciplinari sono ancora pendenti, si apprende in una nota.

“Tutti sono importanti, nessuno è indispensabile. Oggi i probiviri si sono espressi con provvedimenti duri e giusti. Chi non sostiene il contratto di governo è fuori dal Movimento. Il rispetto degli elettori viene prima di tutto”. Lo ha comunicato il leader del M5S e vicepremier Luigi Di Maio.