Pirata della strada fermato per aver investito un 17enne a Siena

L’incidente si è verificato sulla Provinciale 73 nella provincia di Siena. Nell’impatto è morto un giovane di 17 anni: fermato un commerciante.

Operazione
Operazione "Spaghetti Connection"

È stato fermato un uomo per la morte di Arturo Pratelli, il 17enne travolto e ucciso lo scorso venerdì sulla Provinciale 73. Nella zona di Ampugnano, in località di Sovicille (Siena), il giovane è stato sbalzato da un mezzo che non si è fermato per soccorrere il ragazzo. La persona tratta in arresto sarebbe stata alla guida del camion bianco. Decisivo il supporto delle telecamere di sorveglianza della zona. Secondo le informazioni raccolte si tratta di un cittadino italiano.

Accusa di omicidio stradale per il commerciante

Si tratta di un commerciante di ortofrutta di 45 anni residente in provincia di Padova. A carico dell’uomo è stato emesso un fermo d’indiziato di delitto per omicidio stradale. L’accusa è aggravata dalla fuga per la Procura della Repubblica di Siena. Il 45enne, dopo l’interrogatorio avvenuto nelle scorse ore, si trova attualmente presso il Carcere di Rovigo. Le indagini dei Carabinieri, coordinate dal Sostituto Procuratore Siro De Flammineis, hanno permesso di rintracciare la vettura. L’autocarro Van, di colore bianco, è stato scoperto grazie ai frammenti dello specchietto retrovisore. Rinvenuta anche una parte della carrozzeria ritrovata sul luogo dell’incidente. Gli accertamenti tecnici hanno consentito di ricostruire il modello e la marca del furgone.

Decisivi i rilievi sul posto

Il giovane era appena sceso da un bus di linea e si stava recando presso la propria abitazione. Il ragazzo è stato colpito alla testa tramite lo specchietto del mezzo. L’uomo arrestato, attivo nel settore dei prodotti agricoli nel Senese, è stato ascoltato durante un lungo interrogatorio. Il Pubblico Ministero ha disposto l’arresto.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.