Cadavere ritrovato in un canale a Mira, si indaga sull’identità

Il cadavere in avanzato stato di decomposizione, è stato ritrovato questa mattina in una canale a Mira. Potrebbe essere un giovane italo-nigeriano scomparso da casa il 28 novembre.

L'imboccatura del Canale Novissimo a Mira
Un cadavere è stato ripescato nel canale Novissimo a Mira, a pochi chilometri di Venezia.

Macabro ritrovamento nel veneziano in questo giorno di Santo Stefano. È stato infatti ritrovato un cadavere che galleggiava nel Canale Novissimo a Mira, comune a ovest di Venezia. Si tratta di una persona del corpo di una persona di colore, in avanzato stato di decomposizione. I sommozzatori dei Vigili del Fuoco, giunti prontamente sul posto, hanno recuperato il cadavere che era stato avvistato da un passante.

L’allarme è stato dato proprio dall’uomo che stava camminando lungo il canale, e ha avvisato subito le forze dell’ordine. Sul posto sono quindi arrivati i Vigili del Fuoco e i Carabinieri e hanno dato il via alle operazioni per il recupero del corpo. Il cadavere è in avanzato stato di decomposizione e sono quindi in corso le indagini per accertarne l’identità.

Le ipotesi sull’identità

Sono state formulate alcune ipotesi sull’identità dell’uomo ripescato nel canale. Tra queste, una è che si tratti di un giovane italo-nigeriano che si era allontanato da casa, in paese, il 28 novembre scorso. Il giovane, un ragazzo di 19 anni promessa del rugby, si sarebbe allontanato a seguito di un litigio, e da allora non avrebbe più dato notizie di sé. Il Magistrato ha disposto l’autopsia per stabilire le cause del decesso.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.