Radicalizzazione, espulso un 42enne algerino

L'uomo aveva precedenti penali, ed era considerato a rischio radicalizzazione.

Uomo ucciso a colpi di spranga, arrestato l'assassino
Uomo ucciso a colpi di spranga, arrestato l'assassino

Era a rischio radicalizzazione. Per questo un è stato espulso un 42enne di origine algerina. L’uomo era  già noto alle forze dell’ordine, ed è stato espulso e accompagnato ad Algeri. Era stato segnalato e più volte negli ultimi 3 anni, e spesso accompagnato presso i centri per il rimpatrio.Hanno collaborato all’operazione l’Ufficio Immigrazione, la Digos e il commissariato di Viareggio.

L’Algerino aveva precedenti penali per apina, lesioni, minacce, violenza a pubblico ufficiale, spaccio di droga. Sebbene l’uomo fosse stato accompagnato più volte ai centri per il rimpatri, la sua identità non era ancora sicura. Ma è stata poi scoperta una patente di guida algerina intestata all’uomo, e le autorità algerine lo hanno così potuto riconoscere

L’espulsione

Si tratta di un’espulsione di carattere amministrativo, perché l’uomo non ha i requisiti per il soggiorno sul territorio italiano. Tuttavia c’è stato un impegno particolare anche da parte della Digos, perché l’uomo era stato segnalato come a  rischio di radicalizzazione. L’algerino, durante la sua permanenza presso il carcere, aveva manifestato sentimenti ostili nei confronti delle istituzioni italiane. Aveva inoltre avuto atteggiamenti tipici classificati dagli investigatori come a rischio radicalizzazione, e tendenze aggressive che lo hanno fatto ritenere un soggetto pericoloso.

 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.