Attentato a Vienna 2018, almeno un morto e un ferito. Smentito l’arresto di un uomo

Secondo le prime informazioni i colpi sparati andrebbero da 5 a 10. La matrice terroristica è stata esclusa dalla Polizia austriaca. Una persona è morta in pieno centro città.

La città di Vienna è stata colpita da un attentato durante il cuore del giorno. Una persona ha sparato alcuni colpi di pistola in pieno centro. Gli spari sono stati esplosi nei pressi di un cortile vicino a Wollzeile: queste è la testimonianza di un testimone su Twitter. Un uomo è stato ucciso mentre un altro è stato ferito in maniera grave. La notizia sull’attentatore, che in un primo momento sembrava essere stato arrestato, è stata smentita dagli organi di Polizia. La zona dell’attentato è quella nella quale si trova il famoso ristorante Schnitzellokal “Figlmüller”.

I possibili attentatori dovrebbero essere due persone con forte accento slavo che urlavano, stando alle testimonianze dei presenti, la parola “fratello”. Alcuni dei colpi esplosi avrebbero raggiunto due persone alla testa. Le circostanze esatte dell’azione non sono del tutto chiare. Non si conosce l’identità di eventuali morti e feriti. Si presume che l’uomo sia entrato nel ristorante per poi sparare sui presenti. L’autore dell’attentato avrebbe compiuto il gesto da distanza ravvicinata.

Attentato a Vienna 2018, isolata la zona

I colpi d’arma da fuoco sono stati uditi intorno alle ore 13,30. Dopo i colpi si è data vita ad una fuga generale per le strade della città. È giunto nell’immediato il personale di Polizia con il supporto di diverse pattuglie e alcuni elicotteri. Le forze dell’ordine hanno isolato l’area. I colpi sparati, stando ai racconti dei presenti, dovrebbe essere circa 5. Alcuni di questi, infatti, hanno colpito due persone alla testa. Il proprietario di un negozio, nelle immediate vicinanze, ha parlato di due persone in fuga. Un giornalista lituano è stato testimone dell’attacco e ha parlato di più di un assalitore.

La Polizia esclude la matrice terroristica

Un tweet della Polizia di Vienna dichiara che c’è un morto e un’altra persona gravemente ferita. Allo stato attuale sono in corso dei controlli per verificare ulteriori persone coinvolte. Il motivo terroristico sembrerebbe al momento essere escluso.

La dinamica dell’attentato a Vienna

A sparare sarebbe stato solo un uomo, che è entrato nel ritorante Figlmüller armi in pugno e ha fatto fuoco. Successivamente si è subito dileguato ed è ricercato dalla polizia. Non è ancora chiaro se si tratti di terrorismo. Secondo fonti vicine alla polizia potrebbe trattarsi di un crimine mirato. Al momento però non si esclude nessuna possibilità. Secondo il quotidiano Die Presse, la polizia starebbe cercando una Mercedes nera. Da chiarire se si tratti o meno dell’auto utilizzata dall’autore dell’azione.

I precedenti attentati a Vienna

La capitale dell’Austria si è mostrata in diverse circostanze piuttosto vulnerabile alla minaccia. Basta ricordare che Vienna era stata già recente colpita da un attentato il 7 marzo 2018 quando un uomo armato di coltello aveva ferito alcune persone. L’attentato si verificò nel quartiere di Leopoldstadt nei pressi del Prater. In quell’occasione i feriti furono almeno tre. Un 23enne afghano fu fermato per l’assalto.
Vienna era stata al centro delle cellule terroristiche durante la seconda metà di gennaio 2017 quando le forze speciali antiterrorismo erano riuscite a sventare un attentato da parte di un 17enne sospettato di essere uno jihadista. Aveva il nome di battaglia Abou Chacker di origine albanese.
Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.