Formiche all’ospedale di Napoli: chiuso il pronto soccorso

Chiuso per un'ora il pronto soccorso del San Giovanni Bosco, a causa di un'invasione di formiche che hanno assediato i letti degli ospedali.

Le formiche hanno invaso l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, costringendo la chiusura per oltre un’ora del pronto soccorso. A rendere nota la notizia il Consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, membro della commissione Sanità. “Un fatto di una gravità inaudita – dichiara. “Non è accettabile che l’accettazione chirurgica del Pronto Soccorso di un ospedale resti chiusa a causa delle formiche per oltre un’ora”.

La denuncia tramite Facebook

“Accettazione temporaneamente chiusa per emergenza formiche” – si legge in un foglio appeso al pronto soccorso e pubblicato da Borelli sulla sua pagina Facebook. Il consigliere pubblica anche due video in cui mostra gli ambienti dell’unità ospedaliera invasi dagli insetti che, stando ai filmati, circolerebbero indisturbati anche tra i medicinali. “Ho già parlato con il direttore generale della Asl Napoli 1 Forlenza, che mi ha garantito la riapertura delle sale dopo una immediata disinfestazione. Quello che è successo oggi resta un fatto però di una gravità inaudita” – ha concluso Borelli

Sul caso è intervenuto anche il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Credo che l’Asl Napoli 1 farà un esposto alla Procura della Repubblica per venire a capo di episodi che sono più che sospetti”.

“Io ho visto un’immagine – ha aggiunto De Luca – di un cestino con le formiche. Ma le formiche d’inverno stanno al riparo sottoterra quindi sarà bene che l’Asl cominci a mobilitare i carabinieri e la Procura della Repubblica perché le formiche non esistono, esistono altre cose, mi pare evidente”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.