Mobilità, in Italia arriva il primo bus elettrico

Il Gruppo City Sightseeing Italy promotore dell'iniziativa "full green". Lanciato sul mercato il primo bus elettrico a due piani.

In Italia arriva il primo bus elettrico

Il Gruppo City Sightseeing Italy, società interamente italiana, lancia sul mercato il primo bus elettrico a due piani. La formula hop-on hop-off viene utilizzata quotidianamente in 14 città italiane tra cui Roma, Firenze, Milano, Torino, Napoli e Palermo. Prodotto in Cina, il mezzo è stato acquistato da City Sightseeing Italy in autofinanziamento.

Italia, prende piede il bus elettrico

L’evento di presentazione si è tenuto oggi a Milano presso la sede del Comune a Palazzo Marino. L’autobus ha già superato circa un mese e mezzo di test in strada a Firenze e Milano. Inizierà proprio dal capoluogo lombardo il primo servizio operativo con i clienti a bordo da, domani, venerdì 7 dicembre. Subito dopo si sposterà in altre città per procedere ad altrettanti test operativi dove il gruppo è presente. Quest’ultimo è intenzionato a procedere nella progressiva sostituzione dell’attuale flotta diesel convertendola in “full electric” e, quindi, “full green”.

«L’obiettivo che si pone il Gruppo City Sightseeing Italy, con questa strategia “green” – spiega Fabio Maddii, presidente del Gruppo – è quello di incentivare la mobilità collettiva. Al tempo stesso si vogliono valorizzare i beni culturali e paesaggistici delle città italiane a vocazione turistica. Proprio per questo è fondamentale creare un servizio d’eccellenza a zero impatto ambientale. Nei prossimi anni il brand City Sightseeing in Italia deve essere anche e soprattutto sinonimo di mobilità turistica sostenibile. Si tratta del secondo esemplare di bus turistico elettrico circolante in Europa (il primo si trova a Parigi)».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.